ANGOLO DELLO SPEZIALE


LE MERAVIGLIE DEL MARE

       (CHE NON SONO   SOLO LE SPIAGGE CON DONNE IN BIKINI O PALESTRATI IN COSTUME)

Come disse la volpe ai suoi amati “filli” : quando a polli, quando a piccioni, quando a grilli!

Oggi è proprio la giornata dei piccioni!

Se vi capita di imbattervi in meraviglie come queste appena pescate, compratele subito!

Spenderete come una serata in pizzeria, lavorerete un po’di piu’ mo “cojoni che robba!”

Li abbiamo cotti in tegame, all’insegna della semplicità, perché certi sapori vanno lasciati integri.

Olio, due spicchi di aglio, mezza cipolla dolce tagliata sottile, farli appassire in tegame.

Aggiungere i pesci salati e pepati (non avendo il pepe noi abbiamo usato del peperoncino ), soffriggere entrambi i lati facendo assorbire poco meno di mezzo bicchiere di vino bianco (quello che berrete poi con il pesce, quindi acquistate un buon vino ).

Evaporato il vino aggiungere verdure a vostro piacere, tagliate a spicchi ( noi avevamo un finocchio, due zucchine, un bel carciofo e dieci/quindici pomodorini interi – ma forati ) salare e pepare.

Portare a cottura aggiungendo se necessario mezzo bicchiere d’acqua.

Cuocere inizialmente a tegame coperto ( scuotere di tanto in tanto il tegame per evitare che i pesci si attacchino al fondo ), scoprire poi per fare asciugare ma non troppo, l’intingolo andrà poi ad insaporire il pesce spinato con relative verdure di accompagnamento.

Se disponete di pesci piu’ piccoli, fate appassire prima le verdure e aggiungete poi i pesci puliti e conditi.

Buon appetito!


TANT PER NON MAGNE' SEMPRE GRASS

Tortino ai carciofi

  • 4 carciofi
  • 4 patate medio/piccole
  • 1 scalogno
  • 70/80 gr parmigiano grattugiato
  • 2 uova
  • Poco olio
  • Poco prezzemolo
  • 2/3 cucchiai di maizena
  • 1 cucchiaino di lievito per torte salate
  • Burro e pane grattugiato per foderare gli stampini
  • Sale e pepe qb

Appassire lo scalogno con olio in una padella, aggiungere le patate tagliate a tocchetti fini e cuocere aggiungendo anche dell’acqua se necessario.

Stufare i carciofi tagliati sottili con olio, sale, pepe e prezzemolo.

Unire poi, a cottura quasi ultimata, i carciofi alle patate e fare insaporire insieme. A fine cottura schiacciare le patate con la forchetta.

Montare le uova con lo sbattitore, aggiungere poi il parmigiano, mescolare con le verdure ormai raffreddate e unire la maizena e il lievito in polvere.

Imburrare e cospargere di pangrattato degli stampini monodose ( il tortino si staccherà meglio una volta cotto ) e riempire fino a metà.

Infornare a 190°C per 20 minuti circa.

Se sarete piu’ bravi di noi l’ impasto si rigonfierà in cottura, anche se poi estratto dal forno spesso “si siede”. Ottimo da solo, o accompagnato ad altre ghiottonerie.


MANGIARE BENE CON POCA SPESA

(ASADO DELLO SPEZIALE)

Comprare della costola di vitellone (normalmente è un pezzo da brodo) ben frollata.

Sgrassare e condire con poco sale, pepe, salvia, alloro, tumo e aglio dopo averlo bagnato con vino bianco.

Far riposare in frigo per una notte.

Quindipassare alla cottura come da fotografie allegate.

Ci vorranno almeno tre ore, a bassa temperatura, ottenuta allontanando la carne dal fuoco come molto artigianalmente abbiamo fatto noi.

Far riposare dieci minuti prima di servire; tagliare la carne a fette in modo perpendicolare all’osso.

Il risultato sarà che “quel che avanza se magna tutt “ !


CAPPONE FARCITO “ALLA MODA NOSTRA”

Prendiamo un bel cappone disossato (o provate a disossarlo da soli, ci vuole un po’ di tempo ma ne vale la pena!), lo spruzziamo con vino bianco, sale, pepe, poco timo e qualche foglia di salvia.

Farciamo con un impasto di castagne arrostite e sbriciolate insieme con delle salsicce (poco cotte) e aggiungiamo un paio di albumi, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Ricuciamo e leghiamo con uno spago da cucina (a noi è venuto bene, forse avevamo una brava sarta).

Cuociamo in forno con un rametto di rosmarino, due spicchi d’aglio, poco olio e un buon bicchiere di vino bianco a 200°C per oltre due ore.

Rosolare alla fine.

A noi è piaciuto, per questo l’abbiamo pubblicato, auguri!